lunedì 11 aprile 2011

Le alici con le zucchine di Marco






Appena arrivati alla casa sul Monte Argentario, troviamo Marco che andava curando freschissime acciughe tra dolci refoli di primavera all'ombra di un ciliegio in fiore candido come un angelo, assistito da Mimì che subiva il fascino dell'ittico odore ma intanto vagheggiava crocchette, ed era tutta presa da questo intricante conflitto quando questa seducente pena è stata sostituita dalla questione di cosa farsene del nostro arrivo: venirci incontro curiosa o scappare timida?

In questo incontro dell'Accademia Affamati Affannati nuovi cuochi sono andati ai fornelli, e tra loro Marco con questo piatto.

Fare in largo tegame spesso strato di cipolle finemente tagliate e stufarle con poco olio d'oliva attizzato da un pezzetto di peperoncino.

Appena la loro vitrea rigidità diventa molle nastro, coprirle con uno strato ancora più spesso di fresche zucchine tagliate a tocchetti, una sorta di julienne corposa. Questo perché la rondella secondo Marco è più cedevole, tendente al molle.

Appena le zucchine sono a un passo dalla completa cottura, vanno coperte con uno strato di acciughe accuratamente decapitate e diliscate e aperte. Un paio di minuti e il piatto, completato da una leggera salatura è pronto. Alla fine si presenta quasi come un tortino.

 Nel menu di  Aprile 2011. L’Accademia Affamati Affannati all'Argentario. La sera della vigilia.

8 commenti:

Lydia ha detto...

Accidenti Arte, questa ricetta di Marco mi piace moltissimo.
Domanda stupida, ma gli strati li mescola o restano strati?

isolina ha detto...

Peccato averlo perso! Prendo nota però

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

Ecco devo solo cercare le alici....non le ho ancora trovate qui. Ma appena arrivo in Italia, mi sfogo !

simonetta ha detto...

Ottimo piatto, anch'io lo cucino. Piccolo suggerimento: puoi sostituire le zucchine con le patate, il risultato è ottimo.

Anonimo ha detto...

se pulendo le alici fa tanto scarto io lo uccido!!! e lo rianimo perchè il piatto sembra ottimo

Puddin ha detto...

Ho l'idea che quel gattone stava aspettando qualche caduta di pescetto! un abbraccio da ponente, P

artemisia comina ha detto...

scarto: andava dicendo che erano così fesche che non si potevano pulire :)))

patate: crude e tagliate molto sottili?

artemisia comina ha detto...

Tortino o no. Credo dipenda da come gli gira :)) ovvero se usa o no il tegame di cottura per andare in tavola.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...