mercoledì 26 ottobre 2011

Ottobre. La cena delle mele cotogne al forno


Ottobre 2011. La cena delle mele cotogne al forno. Eravamo in sei. Benché il menu fosse alquanto ricco, lo dedico alle squisite Mele cotogne al forno, che cucinavo per la prima volta e che hanno profumato la cucina del loro lunghissimo cuocersi per un paio di giorni. Non ininterrottamente, ma per un buon numero di ore che non sono in grado di dire. Dunque mele cotogne, enormi, condite con burro e miele e cotte in forno con le terga a mollo in burro e acqua fino a che non sono diventate cedevoli e granulosamente fondenti com'è la loro natura. Accompagnavano del Maiale affumicato - uno stinco e delle costine - cotto nel forno in un paio di dita di birra, con senape e miele. C'era pure della Verza rossa stufata con gelatina di mirtilli rossi senza zucchero e uvetta (la ricetta la trovate insieme a quella del maiale), e delle Patate dolci caramellate. Si potrebbe pensare che ci fosse un eccesso di dolce, ma direi che non era così, alla fine gli zuccheri si stemperavano e una cosa ben si sposava con l'altra. Il maiale circondato da verza rossa, mele e patate caramellate era il piatto più imponente. Prima c'era un Timballo di capellini  del Talismano della felicità, libro che accompagnava nella nuova casa qualsiasi sposa si sia sposata tra gli anni Trenta e Settanta del secolo scorso, farcito di prosciutto e mozzarella, che piace sempre a tutti. Prima ancora,  Salvia e basilico fritti dopo essere stati immersi in questa croccante pastella, e piccole Mozzarelle in carrozza su pane casereccio. In conclusione dei bicchieri di Crema di pere e cioccolato bianco accompagnata da Biscottoni - pesce cinese di frolla al cioccolato speziato.

Nota: vedi lo stesso piatto di maiale in questo menu quasi natalizio.




 







2 commenti:

Jo ha detto...

posso venire da te non appena organizzerai la prossima cena? leggendo l'elenco delle tue pietanze e la tua descrizione, mi sono ritrovata virtualmente seduta alla tua tavola, con quei piatti bellissimi (parlo proprio del piatto non la pietanza) di cui mi sono innamorata!
complimenti.

artemisia comina ha detto...

come non invitare qualcuno così disposto ad apprezzare?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...