domenica 24 febbraio 2013

La sfogliatella gigante




Trovata una ricetta di pasta sfogliata napoletana,  dopo averla provata in versione salata ho pensato che sarebbe stata adattissima a fare sfogliatelle, e perché no una sfogliatella gigante.
Sto provando questa pasta con successive variazioni, per imparare a conoscerla e mutarne la consistenza e gli effetti a seconda della bisogna; per questa sfogliatella gigante ho seguito la versione del 22 febbraio.

Ho fatto due dischi, e poggiando il tutto su carta da forno e una larga teglia, li ho farciti con la farcia delle sfogliatelle, un disco sotto, uno sopra, dentro la farcia a cupolotto schiacciato; li ho sigillati torno torno e smerlettati con dei minuti tagli di forbice.

Per il ripieno ho adottato la ricetta di Vittorio Gleijses, A Napoli si mangia così.

- Cuocere 150g di semolino in 1/2 litro d' acqua; appena inizia a bollire, farlo cadere a pioggia e cuocere per 5' (il semolino usato da me dopo pochi istanti era rappreso);  farlo raffreddare.
- Frullare 250g di ricotta con 250g di zucchero, 10g di sale, 2 uova, qualche goccia di essenza di vaniglia.
- Unire semolino e ricotta (ho usato il mixer: il mio semolino, raffreddando, era diventato solido).
Aggiungere 50g di cedro o arancia canditi in piccola dadolata (ho usato limone e zenzero).
 
Forno a 180°, già caldo, per 35'.

Quando la sfogliatellona si è raffeddata, cospargela di zucchero a velo.

PS: il punto cruciale del ripeno è la semola; fine, grossa, ma soprattutto quale. La prima volta che l'ho fatto era ottimo, la seconda , questa, a mio avviso troppo tosto. Per cui non ci si salva seguendo la ricetta alla lettera. Bisogna conoscere il proprio semolino. Meglio iniziare con una dose più bassa dei 150g e aggiungere se si vede che il semolino resta troppo liquido. Inoltre ho avuto sempre un effetto di addensamento massimo e fulmineo: mi propongo di procedere come vi ho detto, voglio maggiore morbidezza. Aggiungo che Gleijses suggerisce semolino a grana grossa.

Faceva parte del menu de La cena dell'abbondanza napoletana

2 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

Artè che enorme golosità!Se piccine sono deliziose non oso nemmeno pensare in formato maxi cosa potrebbe essere, buona domenica!

artemisia comina ha detto...

Buona domenica anche a te! La sfogliatella deve diventare ancora più buona ma sento che ce la faró

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...