lunedì 14 aprile 2014

Strudel salato con mele, daikon e amaretti.


Di Artemisia

Camminare sul crinale del dolce - salato mi piace assai, o nel medesimo piatto, o nel corso del pasto.

Fate una pasta strudel e seguite la procedura come si mostra e dice qui (divertitevi a tirare questa pasta, e lasciate stare sfoglia o frolla).

Per la farcia: mele e daikon tagliati sottilmente  (per misteriosi motivi, la mela non annerisce in tale compagnia); quantità, due mele piccole e l'equivalente di daikon;  due cucchiaiate di pan grattato e una di amaretti in polvere; una manciatina di pinoli e una di uvetta; tre cucchiaiate di burro fuso. Essenziale una bella spolverata di teriaca di spezie, ovvero quel misto di tutto che conservo nel barattolo nel quale va un po' delle innumerevoli spezie che ho, dai semi di coriandolo ai grani del paradiso all'anice stellato al macis triturati grossolanamente insieme; potete sostituirla con un misto a vostro piacere, che contempli comunque  almeno un pepe. 

Lo strudel avvolto è stato spennellato di burro e disseminato di semi di coriandolo anche per distinguerlo da un altro che lo affiancava, con la vignarola.

Nel menu di: Aprile. Il buffet della redazione.


Nota: in AAA, mele e daikon al forno.



Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...