lunedì 14 settembre 2009

Cialde "turche" con le mandorle.




Di Artemisia


Una tazza di mandorle triturate (non fino a farne farina, si deve sentire la loro granulosità), una tazza di zucchero, 60g di farina di riso, 250g di burro. Tutto nel mixer, quindi in frigo. Il composto indurirà permettendovi di fare delle perfette palline, alle quali io ho dato un paio di cm di diametro.

Disporle a buona distanza le une dalle altre, fate conto nove palline per teglia, su carta da forno. Si allargheranno e appiattiranno.

Forno a 180° per 12’ circa. Tenere presente che a ogni nuova infornata i tempi tendono ad accorciarsi, perché il forno può salire di temperatura nonostante i termostati.

Appena cotte sono molto molli, dopo pochi minuti si consolidano e si irrigidiscono. Nel frattempo, se avete un matterello a disposizione, potete, appena si fanno prendere con una paletta ma sono ancora flessibili, adagiarvele sopra e dar loro una forma a tegola. Come forse sapete, sono molto fragili.

Verranno una sessantina di cialde.

Nel menu di Settembre 2009. Cena Turca





*********************************

Queste cialde nascono da un errore: Mehmet aveva fatto degli ottimi biscotti. Ma un errore fondamentale sulla quantità di farina di riso - 60 invece che 600g - ha prodotto cialde niente male.

Immagine da  biblionalia.info


10 commenti:

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Ottima ricetta per far fuori la mia scorta di farina di riso. Secondo te quanto si conservano in una scatola di latta? Mi ricordano molto le cialde che faceva la mia nonna tedesca e le sue si conservavano per mesi.
Un abbraccio
Alex

Artemisia Comina ha detto...

ehm ehm....sono finite subito....

Federica ha detto...

ma che belle...e chissà che buone!! segnata da fare!
ciaooooooooo

Artemisia Comina ha detto...

federica, con una pallina di gelato, per esempio...

a.o. ha detto...

frivole le cialde, non possono proprio durare a lungo, hi hi hi.

niky ha detto...

sembrano del tutto simili alle Tejas che comprai nel Paese Basco!

Artemisia Comina ha detto...

@ aiuola, troppo fragili (moralmente parlando);))

@ niky, massima curiosità sollevata.

sciopina ha detto...

dolci croccanti foglie...
profumi d'oriente

niky ha detto...

google ha risposto subito! le tejas de almendras - ovviamente le tegole di mandorle ;)- sono queste:

http://larsvontrier.blogspot.com/2007/06/tejas-de-almendra.html

http://www.gallinablanca.es/receta/tejas-de-almendras.aspx

(non so come mettere i link, spero così vada bene)

Artemisia Comina ha detto...

@ ciao, scipiopina!


@ grazie, niky.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...