domenica 27 gennaio 2013

Torta di ricotta, marmellata di arance, cioccolato





di Artemisia Comina.

Frolla: 200g di farina, un bel pizzico di sale, 70g di burro, 80g di zucchero, un uovo battuto, qualche goccia d'essenza di vaniglia.

Stendere un disco di frolla su carta da forno bagnata e strizzata; deporlo con la sua imbracatura di carta in una teglia con fondo mobile di 24cm di diametro, bordi bassi; bucherellare la pasta. La carta aiuta a spostare una torta delicata.

Mescolare bene, con la frusta, 400g di ricotta freschissima di pecora, 200g di marmellata d'arancia, 50g di cioccolato amaro grattugiato, due uova.

Versare il composto sulla pasta.

Coprire con un altro disco di pasta, praticandovi sopra delle leggere incisioni a raggiera con la punta di un coltellino affilato.

Forno a 180° per 30'; far raffreddare, togliere la torta dalla teglia, spostarla dalla carta con due spatole (è delicata e fragile), deporla sul piatto di portata, spolverare con un cerchio di zucchero a velo lasciando il centro scoperto.

Provata e apprezzata, alla ricerca di una celebrazione della mia amata marmellata di arance.

La prima foto è di una fetta sopravvissuta, alla luce del giorno; siamo nel 2008.

****

Aggiornamento  gennaio 2013

Nel menu di Gennaio 2013. La cena della pasta al forno della nonna di Rosario La Duca

La rifaccio con marmellata di limone e per l'abitudine di non rileggere le mie ricette, appuntati gli ingredienti procedo; qualcosa cambia: frullo ricotta  - cioccolato - marmellata invece di mescolarli. Viene una farcia omogenea. Aggiungo amaretti sbirciolati sul fondo per fronteggiare l'umidità del ripieno. Uso la pellicola per fare il coperchio di frolla e funziona: la pasta stesa lì su posso spostarla come un pezzo di stoffa; faccio la raggiera di fori con la punta di un coltellino affilato ma dimentico di lasciare il centro senza zucchero a velo.  Buona? Sì, confermo.
  





2 commenti:

papavero di campo ha detto...

la raggiera mi piace: un ricamo sulla superficie

Artemisia Comina ha detto...

eh sì, pap, anche a me piace il ricamo; schiaffare quella sottile coltre di fragile pasta non è agevolissimo. sarebbe più semplice una bella griglia.
accorgimenti: stendere la pasta del coperchio su pellicola, e rovesciarla in un colpo sulla torta.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...