domenica 29 ottobre 2017

Türta de gee ovvero Torta di bietoline: Liguria



 
Da Artemisia

Ho chiesto consiglio su una torta ligure, ho apprezzato, meditato, e poi ho fatto la Torta di gee, bietoline: seducente strana, enorme - 38 cm sì, ho usato il testo di rame - sottile, velata, si vede tutto, come con un abito neoclassico post rivoluzionario.

Un mazzo di bietole: togliere i gambi (usateli in un minestorne, qui non servono) tagliare le folgie a listerelle. Condirle con olio d'oliva, sale, pepe, parmigiano grattugiato (sono buonissime anche così).

In mancanza di prescinseua, reparare un mix di ricotta (ho usato setosa capra) e yogurt greco intero, 500g circa, metà e metà. 

Fare una pasta matta con 250g di farina00, tra cucchiai di olio di oliva, sale, tanta acqua tiepida quanto basta per fare un impasto morbido. Metterlo a riposare per un'ora sotto una pentola calda.

Oliare il fondo di un testo di rame 38cm (altrimenti, altra teglia).

Stendere un disco di pasta molto sottile grande un po' più del testo.

Mettere le bietole, poi il composto di ricotta-yogurt sfiocchettato e tirato con i rebbi di una forchetta a coprire.

Fare un altro disco, molto sottile, di pasta.

Coprire, arrotolare i bordi, spennellare di olio d'oliva, cospargere con un po' di sale grosso.

Sforbiciare i bordi.

Forno a 180° per 30'.

Sul tavolo di  Ottobre 2017. Tempi duri per le Riviste e un po' di Liguria











Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...