mercoledì 28 febbraio 2018

Salmone e arance, un piatto del Settecento inglese




Fiocca! O, come si dice qui, mette la neve! Con le loro sapienti zampette scrivono i fragili uccellini in caratteri cuneiformi?
 
Isolina fa una ricetta delle Fat Ladies.

Esperimento salmone riuscito. Ricetta di disarmante asemplicità. Delicatissima (e dieteticissima vista l'assoluta mancanza di grassi aggiunti), aromatica, bella di colore. Sembra che sia del'700, scozzese e reale. Quando arance, vino e spezie erano cose lussuose.

 
Si stende un filetto o altro taglio di salmone che sia però abbastanza alto, su uno strato di fettine d'arancia pelate al vivo. Il tegame deve essere della giusta misura, cioè contenere 'giusto' il pesce.

Si dà una generosa grattata di noce moscata, quindi parsimonioso sale.

Si copre il salmone con altre fettine di arancia.

Sul tutto si spreme il succo di metà arancia e si versano un due dita di bicchiere di vino rosso e generoso.

Si mette sul fornello e appena inizia il bollore si abbassa la fiamma, si copre e si lascia bollicchiare per 10' circa.


***

Aggiornamento Febbraio 2018

Artemisia sedotta fa. Ottimo.
Nel menu di Febbraio 2018. Nuovi uccelletti fragranti per una cena imprevedibilmente elegante.



7 commenti:

acquaviva ha detto...

ho pensato subito dal titolo che si trattasse di una ricetta lussuosa: arance nel '700 fuori dal Mediterraneo! Molto curiosa circa la sua storia.

GufettaSiciliana ha detto...

Mmmm che buono!

artemisia comina ha detto...


ho fatto il piatto ieri sera: squisito.

Unknown ha detto...

Molto incuriosita ho cucinato questo piatto stasera : è assolutamente ottimo ! LE' semplicissimo,e come sempre , ben spiegato dall'autrice nella sua semplicità ...lo rifarò spesso,perchè ho una passione sia per il salmone che le arance e le spezie aggiunte . Molte , molte grazie di aver pubblicato questa preziosa chicca!

Pellegrina ha detto...

Ottimo, confermo, e rapido.

Pellegrina ha detto...

P.S.: molti anni fa, credo sulla Cucina italiana, avevo letto un cartoccio di salmone con Porto e lime (tra parentesi, una moda questa dei lime che sembra paro paro importata dai ricettari del mondo USA e che nel nostro contesto di produttori di agrumi non credo capirò mai fino in fondo. Non perché sia contro le sperimentazioni ma perché è praticamente impossibile trovare dei lime davvero saporiti e allora meglio sarebbe calibrarsi su un ottimo prodotto locale). Non arrivava all'audacia di questo, arance e noce moscata, ma direi che la radice, specie considerando l'uso del Porto e la cottura in pentola coperta, dev'essere la stessa.
Questa versione è decisamente più interessante.

Unknown ha detto...

Grazie delle precisazioni , molto interessanti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...